Amaretti classici e Amaretti al cacao

2016-01-10 20.03.34

Ecco la ricetta degli amaretti classici:

2 uova medie, 450 Gr. mandorle , Gr. 230 zucchero, qualche goccia essenza mandorle amare, un cucchiaino da caffe’ di cannella e qualche chiodo di garofano tritato(circa 5), zucchero a velo (1 o 2 buste).

 

Preparazione (Bimby):

Tritare le mandorle 15 sec.vel.Turbo.

Nel boccale pulito mettere uova e zucchero 3 Min vel.4.

Dal foro incorporare poco a poco le mandorle , la cannella e i chiodi di garofano vel.Spiga finche’l’impasto diventa una palla.

Formare tante palline della grandezza di una noce e passare abbondantemente nello zucchero  a velo.

Schiacciare leggermente con le mani e cuocere per circa 5 minuti a 180 gradi in forno caldo.

 

Ora passiamo alla versione

Amaretti  cioccolatosi per Marta!

Tempo fa ho trovato questa ricetta nella confezione del Cacao Perugina, l’ho modificata un pochino aggiungendo vanillina e cannella e l’ho provata (purtroppo non ho le foto😕)!

Sono altrettanto buoni!

Ingredienti:

200 Gr. mandorle SPELLATE,  250 Gr. zucchero, 2 albumi  uova medie o 3 albumi uova piccole, 2 cucchiai cacao amaro, 1 bustina vanillina, 1 pizzico di cannella.

Tritare finemente al mixer le mandorle assieme allo zucchero.

Mettere in una ciotola e aggiungere il cacao, la vanillina e la cannella mescolando bene.

Montare gli albumi a neve e aggiungere delicatamente al composto mescolando dal basso verso l’alto.

Fare riposare l’impasto mezz’ora.

Inumidire le dita e preparare delle palline(grandezza noce) da poggiare delicatamente sulla teglia ricoperta di carta forno.

Schiacciare leggermente con le dita e infornare a 180 gradi per circa 8 minuti.

Lasciare raffreddare prima di toglierli dalla teglia!

A presto con i ricciarelli e i biscotti rustici alle mandorle!

Buon giornoooo❤❤❤❤

 

 

 

Annunci

6 thoughts on “Amaretti classici e Amaretti al cacao

  1. Non ho mai trovato ricette di amaretti classici che includessero negli ingredienti caffe,cannella e chiodi di garofano, è un insieme di aromi che fa pensare a cucine asiatiche o all’Etiopia, molto interessante 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...